Come si scrive un efficace annuncio di selezione personale?

annuncio di selezione personale

Il processo di ricerca del personale inizia con la redazione dell‘annuncio di selezione personale, e dall’esterno questa operazione preliminare potrebbe sembrare semplice, piana e veloce. I recruiter di professione, però, sanno che non è proprio così, anzi: la redazione di un annuncio di selezione personale efficace è tutt’altro che scontata, e necessita di un’analisi approfondita delle competenze, delle esperienze e delle soft skills della figura professionale da ricercare. Il problema, per chi si avvicina al mondo della ricerca e selezione del personale senza essere adeguatamente preparato, è costituito dal fatto che non esiste la job description perfetta, in quanto ogni caso è effettivamente differente. Si potrebbe infatti pensare che l’annuncio di lavoro per un direttore commerciale , per esempio, sia uguale e replicabile tra una ricerca e l’altra, ma sarebbe un errore, in quanto ogni azienda e ogni business richiedono diverse attitudini, le quali vanno ovviamente espresse chiaramente in sede annuncio di selezione del personale, per fare in modo che solo i candidati idonei inoltrino i propri curricula. Come si realizza, dunque, un annuncio di selezione personale efficace?

Un annuncio di selezione personale efficace ha due obiettivi distinti

Nel corso degli anni i professionisti delle Risorse Umane hanno affinato sempre di più le tecniche per la redazione degli annunci di lavoro, così da poter ottenere i migliori risultati in termini di candidature. Realizzare il miglior annuncio di selezione personale, infatti, ha due vantaggi immediati: da una parte, si ha la certezza che i candidati più adatti al ruolo ricercato capiranno che quel determinato annuncio si rivolge a loro; dall’altra parte, una job description specifica aiuterà a scremare automaticamente la rosa dei comunicati, evitando così di ricevere centinaia di cv del tutto inadeguati per il ruolo ricercato. Una delle massime dei cacciatori di teste, non a caso, è quella secondo la quale ‘i pessimi annunci di lavoro non possono che richiamare pessimi candidati’. Il successo di un processo di ricerca e selezione del personale, dunque, può essere determinato già a questo punto.

Cercare e vendere

Il professionista delle Risorse Umane deve scrivere l’annuncio di selezione personale con la stessa attenzione per i dettagli che dovrebbe usare il candidato nel comporre il suo curriculum vitae. Due sono gli scopi della job description, e due devono quindi essere le direttive che guidano la sua redazione: da un lato, l’obiettivo è quello di descrivere nel dettaglio la posizione lavorativa, facendo delle richieste esplicite quanto a competenze, esperienze ed attitudini; dall’altro lato, lo stesso annuncio deve essere in grado di attirare i migliori talenti ad inviare la loro candidatura. Non si sta, dunque, solo ‘cercando’ un candidato, no, si sta anche ‘vendendo’ un posto di lavoro.

La brand reputation e l’annuncio di lavoro

C’è poi da sottolineare che l’annuncio di selezione personale fa pur sempre parte dell’apparato comunicativo che un’azienda prepara verso l’esterno: pur rivolgendosi ai soli candidati, di fatto raggiunge un pubblico più vasto, diventando così potenzialmente un messaggio che molte persone – magari anche dei potenziali clienti – assoceranno a quel brand. Quando si realizza una job description, dunque, bisogna pensare anche alla brand reputation della propria azienda: un testo azzeccato potrà contribuire a migliorare l’immagine aziendale, mentre un testo vago, approssimativo, troppo schematico o scritto male non potrà che danneggiare l’impresa sotto diversi punti di vista.

Come deve essere costituito, dunque, l’annuncio di selezione personale efficace? Ecco uno schema di massima:

– Nome dell’azienda, eventualmente accompagnato dal logo

– Breve presentazione dell’azienda

– Titolo della mansione ricercata

– Descrizione del lavoro

– Requisiti del candidato

– Sede di lavoro, inquadramento ed eventuali benefit

– Contatti per l’invio del curriculum vitae e della lettera di presentazione

– Riferimenti legali per la tutela della privacy

Il titolo dell’annuncio di selezione personale

Alcuni elementi dell’annuncio di selezione personale non richiedono certamente una spiegazione, mentre altri meritano un approfondimento. Pensiamo per esempio al titolo della mansione ricercata: in un mondo dominato dalla rete, questo elemento riveste un’importanza cruciale, in quanto sarà questo titolo a determinare la catalogazione e l’indicizzazione della job description nel web. Non bisogna dunque generici, ma non per questo bisogna utilizzare dei termini oscuri che nessuno – né i motori di ricerca né gli utenti – riusciranno ad inquadrare correttamente già ad una prima occhiata. Sia online che offline, del resto, gli utenti guarderanno dapprima distrattamente solo i titoli degli annunci di lavoro, per poi inoltrarsi nella lettura del testo specifico solo nel caso in cui un titolo li abbia debitamente incuriositi.

Breve presentazione dell’azienda

Ogni azienda possiede ovviamente le sue peculiarità in fatto di esposizione e di storytelling della propria realtà, ma esistono delle regole generali per quanto concerne la descrizione aziendale che deve essere inserita nell’annuncio di selezione personale. É infatti necessario un testo breve e qualificante, che faccia subito intuire la cultura dell’impresa e che invogli il candidato più idoneo ad inoltrare la propria candidatura. Non si deve però eccedere con i dettagli, in quanto il lavoratore interessato sarà ovviamente più che disposto a consultare il sito web dell’azienda per avere ulteriori informazioni prima di inviare il proprio curriculum vitae.

Descrizione del lavoro e requisiti

Ecco una delle parti più delicate nella redazione dell’annuncio: il dettaglio dell’offerta lavorativa costituisce infatti la job description vera e propria. Il candidato deve capire fin da subito quale tipo di mansione dovrà affrontare e con chi si dovrà interfacciare. Questo punto si auto-completa insieme alla lista dei requisiti richiesti al candidato, che ovviamente mutano di caso in caso. In linea generale, però, la base di partenza è la seguente:

– Titolo di studio richiesto

– Esperienze professionali precedenti

– Capacità linguistiche

– Capacità digitali

– Soft skills

L’inquadramento e i benefit

Questo è il secondo punto dell’annuncio di selezione personale in cui, oltre che descrivere la mansione ricercata, si punta ad invogliare i migliori talenti ad inoltrare la loro candidatura. In questa sede vanno dunque indicati il contratto di lavoro previsto, i benefit, l’ambiente lavorativo e via dicendo. In questa sezione, per sortire i migliori risultati, è necessario entrare in un’ottica secondo la quale il lavoro è un prodotto e i possibili candidati sono dei clienti: pur mantenendo una marcata serietà di fondo, è dunque necessario rendere il prodotto accattivante.

  • Condividi