Direttore Generale: chi è, cosa fa, quanto guadagna e come diventarlo

selezione-direttore-generale

Il Direttore Generale di un’azienda è una delle figure più importanti e occupa un ruolo di enorme responsabilità. Ogni sua decisione ha delle conseguenze su tutti i reparti e su ogni singolo lavoratore.
È un ruolo in grado di fare davvero la differenza e di condizionare fatturato, grado di espansione e ogni altro aspetto del business in cui opera l’azienda.direttore-generale

Non è sbagliato dire che il Direttore Generale sia il cuore pulsante dell’azienda. Il suo compito è di assicurarsi che ogni operazione venga svolta al meglio, in modo da portare un buon profitto all’azienda che dirige. La ricerca del Direttore Generale è fondamentale per ogni impresa ed è un’attività alla quale solitamente sono dedicate diverse risorse economiche e molto tempo. La persona che deve essere assunta infatti avrà notevoli responsabilità e dovrà dimostrare di essere la scelta giusta per la tipologia di business.

Ma chi è il Direttore Generale di un’azienda, cosa fa e quanto guadagna?

In questo articolo scopriremo quali caratteristiche è necessario tenere a mente per la ricerca del Direttore Generale più adatto per ogni business.

Direttore Generale: chi è?

Il Direttore Generale è una delle figure dirigenziali più importanti per ogni azienda e occupa un ruolo di guida. Ha il delicato compito di organizzare l’azienda e di prendere una serie di decisioni in grado di influenzarne ogni aspetto.

Ha un grande potere, ma non è il capo dell’azienda e deve rispondere del suo operato a una figura superiore, che può essere l’Amministratore Delegato, il Presidente oppure un Vice-Presidente. Ha la responsabilità di indirizzare l’azienda e di dirigerla per portare a termine nel modo migliore (ovvero con il massimo guadagno e la minima spesa) ogni progetto, oltre ad assicurare una crescita costante.

I criteri di ricerca del Direttore Generale sono specifici per ogni azienda, dato che la proprietà ha il massimo interesse nel selezionare la figura professionale più adatta per il proprio business.

Direttore Generale: cosa fa?

Il Direttore Generale è il cuore pulsante dell’azienda e deve dirigerla verso il successo e la massima espansione possibile. È un ruolo di enorme responsabilità e di leadership. Deve essere un esempio di comportamento e di professionalità per ogni membro dell’azienda, capace di mettere ogni persona nella posizione di poter dare il massimo in relazione alle sue capacità individuali.

Un buon Direttore Generale deve essere anche un motivatore e avere una Vision proiettata verso il futuro, in modo da poter anticipare i trend del mercato e usarli a favore dell’azienda. Non è semplice trovare una persona in grado di svolgere al meglio questo compito, ma le aziende che porteranno a termine con successo la ricerca del Direttore Generale avranno un notevole vantaggio su tutte le altre.

Questi i compiti che si richiedono al Direttore Generale:

  • Assicurarsi che ogni operazione dell’azienda venga eseguita nel migliore dei modi per massimizzare il profitto. Per farlo è fondamentale che il Direttore conosca le risorse aziendali, il lavoro del reparto vendite e di tutte le figure coinvolte. Deve inoltre sviluppare un sistema ripetibile che possa garantire il miglior risultato con il minor sforzo possibile, sia in termini di tempo che di soldi spesi.
  • Stabilire le strategie da seguire per lo sviluppo di nuovi prodotti e il successivo lancio del mercato. I migliori uomini d’affari sanno che è necessario lavorare per rendere obsoleto il proprio prodotto dopo un certo periodo di tempo. Allo stesso modo un Direttore con ottime competenze sa che è necessario proporre periodicamente dei prodotti nuovi e in grado di attirare nuovi clienti. Non è raro assistere a lanci sbagliati di prodotti con un elevatissimo potenziale e il Direttore Generale deve assolutamente fare il possibile per evitare che questa situazione si verifichi. Dovrà lavorare con il reparto Produzione e con quello di Marketing, per pianificare in modo coordinato sia la creazione del prodotto che il successivo lancio sul mercato.
  • Eseguire le decisioni del Consiglio di Amministrazione (o dell’Amministratore Delegato) dell’azienda.
  • Amministrare nel modo corretto le risorse dell’azienda per lo sviluppo delle varie attività. Per esempio, cercando di posizionare ogni persona nel ruolo in cui può portare il massimo vantaggio all’azienda.
  • Gestire il rapporto con i fornitori e con i sindacati.
  • Gestire le questioni legali dell’azienda e mantenere contatti diretti con avvocati e periti.

Nonostante questi poteri, il Direttore Generale non ha carta bianca per fare quello che ritiene il meglio per l’azienda. A parte casi specifici, questa figura professionale dovrà riportare quello che ha fatto e le conseguenze delle sue azioni ad autorità superiori a lui nell’organigramma aziendale, come per esempio al Consiglio di Amministrazione, agli azionisti esterni dell’azienda, al Presidente, al Vice Presidente o all’Amministratore Delegato.

Nella maggior parte dei casi, un Direttore Generale assunto alla fine del giusto processo di selezione gode della piena fiducia delle cariche che lo hanno selezionato, quindi normalmente possiede una buona autonomia decisionale.

Gli obiettivi del Direttore Generale

Gli obiettivi che ogni Direttore Generale deve avere sin dal momento dell’assunzione nell’azienda sono:

  • Portare un aumento di fatturato all’azienda.
  • Espandere la ditta nel proprio business e farle conquistare delle quote di mercato che prima le erano precluse.
  • Ottimizzare tutta l’impresa, facendo in modo che ogni reparto collabori nel modo migliore e più profittevole per l’azienda senza nessuna frizione interna. L’obiettivo è quello di incentivare un mindset aziendale in cui tutte le maestranze abbiano la stessa finalità: il successo dell’azienda.
  • Creare un team affiatato selezionando con la massima cura tutti i dirigenti e i membri dei vari reparti, in modo da poter permettere a tutti di svolgere il proprio lavoro nel migliore dei modi. È fondamentale sviluppare strategie di team building e costruire una squadra affiatata in ogni reparto.
  • Garantire la massima qualità dei prodotti e dei servizi dell’azienda. Fornire un prodotto della massima qualità è l’obiettivo di ogni azienda e un Direttore Generale non deve accettare alcun tipo di compromesso in questo È anche compito del Direttore Generale e del suo team quello di risolvere i problemi di qualità segnalati dai clienti nel più breve tempo possibile. Senza un prodotto di qualità, il Direttore Generale ha fallito in partenza il suo compito.

Sono tutti obiettivi che devono essere esposti chiaramente durante la fase di ricerca del Direttore Generale e che possono portare anche a premi aziendali importanti.

Come si diventa Direttore Generale

Per diventare Direttore Generale di un’azienda non è necessario avere una laurea specifica, anche se le persone che hanno conseguito una laurea in Economia, Economia Aziendale e Giurisprudenza sono molto più avvantaggiate nel corso della selezione per questo ruolo.

È molto importante che il Direttore Generale sia una persona con molta esperienza sul campo e con anni di esperienza in diverse aziende e settori. Deve possedere delle spiccate doti di leadership e di organizzazione aziendale ed essere in grado di poter coordinare con successo il lavoro degli altri.

Senza contare che la comunicazione del Direttore Generale deve essere sempre molto chiara e diretta, in grado di non essere mai fraintesa ed efficace anche a livello di Marketing.
Le cose da fare sono tante e il Direttore Generale non può permettersi di dedicare troppo tempo a ogni collaboratore. La comunicazione deve essere dritta al punto ed efficace, in grado di poter dare ordini in poche righe.

È fondamentale anche possedere uno spirito di iniziativa e una mente creativa, in grado di avere una visione proiettata nel futuro e capace di anticipare i trend del mercato in maniera efficace.

Quanto guadagna il Direttore Generale?

Lo stipendio del Direttore Generale è elevato, ma è molto difficile stabilire un compenso ideale per questa figura professionale. È sicuramente uno stipendio importante in rapporto alle responsabilità che questo ruolo comporta e alle aspettative del resto del Management.

È comunque possibile stabilire degli stipendi medi per i Direttori di piccole, medie e grande imprese, in modo da poter avere un’idea del guadagno possibile:

  • Retribuzione totale annua lorda per un Direttore Generale di una piccola azienda: 95.004€/anno
  • Retribuzione totale annua lorda per un Direttore Generale in una media azienda: 150.981€/anno
  • Retribuzione totale annua lorda per un Direttore Generale in una grande azienda: 218.239€/anno

Bisogna anche considerare che la retribuzione del Direttore Generale è influenzata da diversi fattori, come l’area in cui opera l’azienda (per le piccole aziende, ad esempio nell’area di Roma, la retribuzione è elevata, mentre è più bassa per il Sud e per le Isole). Senza contare l’anzianità di servizio e i vari bonus aziendali (come l’auto aziendale, un cellulare, un computer, pensione integrativa e spese mediche).

Il ruolo del Direttore Generale è estremamente delicato per ogni azienda. La selezione per trovare quello più adatto richiede tempo e non può assolutamente essere svolta sottogamba.
È un ruolo di grande responsabilità, ma che può portare a un guadagno notevole.

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi