Ripartenza dopo Covid-19: il momento di aggiornare il profilo LinkedIn

18/05/2020 | Consulenza LinkedIn

È ormai ufficialmente iniziata la ripresa dopo il Covid-19. Dopo una decisa flessione durante il mese di marzo, e quindi durante la prima parte della crisi sanitaria, le ricerche di lavoro sono tornate a crescere a forti ritmi a partire dalla metà di aprile. Tanti i fattori in gioco: in molti casi si tratta di persone che stavano cercando una nuova occupazione già prima del lockdown, mentre in altri le ricerche arrivano da persone che, proprio a causa della crisi, si stanno rimettendo in gioco sul mercato del lavoro. Molte di queste persone, va sottolineato, hanno già un’occupazione ma, visto il momento di incertezza – soprattutto per quanto riguarda i settori legati al turismo – si stanno affacciando sul mercato del lavoro, per trovare maggiori sicurezze. Per questo, e per un altro motivo che spiegheremo tra poco, questo è il momento giusto per aggiornare il profilo LinkedIn.

Riuscire ad attirare l’attenzione dei datori di lavoro, dei recruiters e dei cacciatori di teste inizierà infatti a essere più difficile, visto l’aumentare dei curricula in arrivo. Se dunque il primo passo è quello di aggiornare e ottimizzare il proprio curriculum vitae, il secondo è quello di aggiornare il profilo LinkedIn, perché è proprio su questo social che si stanno muovendo in questi mesi moltissimi selezionatori, per soddisfare le richieste di aziende e organizzazioni di settori differenti.

Da LinkedIn nuove opportunità

Al tempo del Coronavirus anche il mondo della ricerca e selezione del personale è dovuto mutare e adattarsi. La nostra agenzia di head hunting, per esempio, ha adottato fin dai primi giorni dell’epidemia un regime di smart working, spostando in remoto tutte le proprie attività, dal recruiting vero e proprio ai vari servizi di consulenza, dal career coaching in poi.

Anche in questa progressiva ripartenza, passata la fase più dura del lockdown vero e proprio, gran parte del lavoro di selezione del personale resta in remoto. Per venire incontro alle esigenze della agenzie di recruiting e delle stesse aziende alla ricerca di talenti, LinkedIn ha deciso di abilitare la possibilità di pubblicare gratuitamente degli annunci di lavoro per tutte quelle aziende che, nel corso della crisi sanitaria, si sono trovate in prima linea.

Si parla quindi ovviamente di tutte le organizzazioni e aziende del settore sanitario, nell’accezione più ampia. Rientrano in questa area ospedali, cliniche, studi medici, centri per l’assistenza della salute mentale ma anche i produttori di dispositivi medicali. Hanno la possibilità di pubblicare annunci gratuiti anche i supermercati, le società di spedizioni, i centri per la logistica, nonché in alcuni casi le organizzazioni no-profit. Tutte queste realtà potranno approfittare dell’offerta di LinkedIn fino al 30 giugno.

Come ha spiegato il country manager di LinkedIn Marcello Albergoni, «è necessario un maggiore supporto per ricoprire le posizioni aperte più urgenti. Ecco perché stiamo rafforzando le nostre iniziative per contribuire ad accelerare l’assunzione di personale con le competenze critiche che sono più necessarie in questo momento. Ci impegniamo a fare la nostra parte e siamo grati per l’enorme supporto dei nostri esperti nell’acquisizione di talenti, che stanno contribuendo su base volontaria per favorire la selezione del personale per le posizioni urgenti e fare la differenza».

Per questo motivo i riflettori del mondo della ricerca e selezione del personale sono doppiamente puntati su LinkedIn, ora più che mai al centro dell’attenzione. Le esigenze del recruiting da remoto, unite alle offerte speciali lanciate dal social network, rendono infatti questa piattaforma uno strumento indispensabile per tutte le persone alla ricerca di una nuova occupazione. Questo significa, quindi, che questo è davvero il momento giusto per aggiornare il profilo LinkedIn.

Come aggiornare il profilo LinkedIn

Abbiamo già scritto molti post su come migliorare il profilo LinkedIn, concentrandoci di volta in volta su aspetti specifici: abbiamo per esempio visto come scrivere un riepilogo efficace, come scegliere le competenze da inserire e come scegliere la foto per il profilo LinkedIn.

Qui ci limiteremo quindi a ricordare le azioni da fare al momento dell’aggiornamento di un profilo LinkedIn già di per sé buono e ben costruito. Il primo passo è quello di aggiornare le informazioni relative all’attività lavorativa; se nel frattempo non c’è stato nessun importante cambiamento su questo piano – come un nuovo lavoro o una promozione – è bene domandarsi se non sono state acquisite nuove competenze, se non si stanno affrontando nuove responsabilità.

É bene inoltre concentrarsi regolarmente sul riepilogo, ovvero sul breve testo che rappresenta la prima importante presentazione del candidato: vale la pena ottimizzare di volta in volta questa introduzione, in quanto si tratta della prima descrizione che potenziali datori di lavoro o selezionatori leggeranno.

Aggiornare il profilo LinkedIn, va sottolineato, non significa solo inserire nuove informazioni sul proprio conto. Vuol dire infatti anche far crescere il proprio network, aumentando il numero dei propri contatti – collegandosi quindi con colleghi, collaboratori, clienti e via dicendo – interagendo con loro. Chi effettua delle raccomandazioni e chi conferma le competenze degli altri utenti, tra l’altro, ha molte più probabilità di vedersi confermare le proprie competenze, nonché di ricevere delle raccomandazioni (ovvero delle brevi “recensioni”).

Per essere attrattivo, inoltre, un profilo LinkedIn deve essere vivo, attivo: questo significa che la bacheca doverebbe essere popolata da post interessanti, da condivisioni di contenuti altrui nonché, eventualmente, di contenuti originali, come considerazioni sul proprio lavoro, link ai propri contenuti in rete e via dicendo.

Aggiornare il profilo LinkedIn, se si parte da una pagina ben progettata, ricca e ben realizzata, è un’attività veloce e divertente, ma soprattutto estremamente utile sul fronte della ricerca di un nuovo lavoro. Pensi che ti serva una mano per migliorare e aggiornare il tuo profilo LinkedIn? I nostri esperti sono pronti ad affiancarti con un servizio di revisione e di supporto nella riscrittura della tua pagina, per avere un profilo completo, efficace e accattivante. Scopri il nostro servizio di revisione del profilo LinkedIn!

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi