Storia del career coaching

10/07/2020 | Career Coaching

Non sei soddisfatto della tua carriera lavorativa? Ogni domenica l’idea di dover tornare in ufficio il giorno successivo ti tormenta? Senti di aver perso le motivazioni giuste per affrontare al meglio il tuo lavoro? In tutti questi casi potresti aver bisogno di un career coach, e quindi di un consulente di carriera. Per crescere professionalmente, per fare il tanto desiderato salto di qualità, per ritrovare lo spirito giusto con cui affrontare la giornata lavorativa, per trovare il lavoro perfetto: il career coach è il professionista che può aiutarti a individuare il percorso professionale ideale, individuando e valutando i tuoi punti di forza, le tue debolezze, le tue attitudini nonché i tuoi obiettivi reali. La storia del career coaching, in Italia, è però ancora piuttosto breve: non ci si stupisce, dunque, di incontrare ancora oggi molti professionisti che non conoscono il ruolo del consulente di carriera e i benefici dei suoi servizi. Per spiegare meglio in cosa consiste questa consulenza oggi vedremo insieme la storia del career coaching, fin dai suoi albori

La storia del career coaching

Del consulente di carriera si parla nello specifico a partire dagli anni Novanta: si potrebbe quindi pensare che la storia del career coaching non abbia più di trent’anni. Non è così. Le radici di questa professione e del servizio di consulenza di carriera possono infatti essere individuate nei primi anni del Novecento, e più nello specifico dagli studi del professore Frank Parsons, ingegnere e avvocato nonché docente presso la Boston University. A lui si fa risalire l’utilizzo del termine counseling e non solo: oltre a essere uno dei padri della consulenza in generale, Parsons può essere infatti definito come uno dei pionieri del career coaching, avendo sviluppato il concetto di diversi percorsi di carriera tra i quali scegliere in base alle proprie attitudini, nel suo libro “Choosing a Vocation”, pubblicato postumo a un anno dalla sua morte, nel 1909.

In Parsons, quindi, troviamo le primissime radici della storia del career coaching. Un altro tassello importante venne poi aggiunto nei primi anni Venti da John Mills (Western Electric) secondo il quale la carriera professionale non doveva essere scelta a caso, né essere decisa dal destino: la carriera doveva essere l’espressione della propria personalità, un concetto all’epoca decisamente innovativo. Per individuare la carriera giusta da scegliere in base alla personalità, John introdusse quattro categorie d’analisi, ovvero idee, persone, cose e informazioni.

A dare un’ulteriore spinta alla storia del career coaching fu la Grande Depressione del 1929, che colse gli statunitensi – e non solo – del tutto impreparati. Trovare un lavoro – e trovare il lavoro giusto – divenne d’un tratto difficile, dopo anni in cui al contrario il mercato lavoro si mostrava con il suo sguardo più felice. Nacquero così molti gruppi volti ad aumentare le probabilità di trovare lavoro, nei quali venivano condivise esperienze, strategie e idee per trovare lavoro. Con questi gruppi di fatto si sviluppava il concetto di coaching di gruppo. Tra i gruppi più famosi vi fu per esempio quello costituito per offrire assistenza ai laureati della Harvard Business School: il gruppo in questione era il Thursday Night Club, fondato nel 1933 da Carl Boll. Proprio Boll fu uno dei primi a capire che le logiche del mercato del lavoro non erano dissimili da quelle del marketing. Ecco quindi che Boll sottolineava come il segreto per farsi assumere fosse quello di convincere il potenziale datore di lavoro di essere unici, di essere “one man in a hundred”. Oggi si tratta di un fatto risaputo e persino banale, ma negli anni Trenta non lo era affatto. Ancora più grande fu il gruppo Man Marketing Clinic, fondato da Sidney Edlund nel 1935, che in 20 anni di attività aiutò oltre 500 mila persone (anche sulla spinta del libro di Edlund, “Pick your job – And land it!”. Pubblicato nel 1938).

Nel 1936 viene dato alle stampe un libro cardine nella storia del career coaching e, più in generale, delle tecniche per la ricerca del lavoro, ovvero “Your Work Abilities: How to Express and Apply Them Through Man Power Specifications”, di Alphonso William Rahn, che precedette quindi di due anni il lavoro di Edlund. In questo manuale si spiegava come realizzare la propria biografia lavorativa (l’antenata dell’odierno curriculim vitae) nonché come sviluppare un’efficace rete di contatti.

Per incontrare la realtà specializzata anche nella consulenza di carriera bisogna aspettare l’immediato dopoguerra: parliamo della Bernard Haldane di Bernard Haldane & Associates,che aprì i battenti nel 1946. Negli anni seguenti si susseguono le pubblicazioni volte a fornire consigli a chi si mette alla ricerca di lavoro, dedicate di volta in volta all’ottimizzazione del curriculum vitae, al modo con cui affrontare i colloqui di lavoro e alle tecniche per condurre in modo vincente le trattative salariali.

Negli anni Sessanta viene pubblicata una pietra miliare per la storia del career coaching, ovvero “The Psychology of Vocational Choice: A Theory of Personality Types and Model Environments” di John Holland, uno dei primi trattati psicologici dedicato allo studio delle sfaccettature della personalità in relazione al mondo del lavoro. Ci avviciniamo ormai alla storia recente: nel 1970 viene pubblicato “What Color is Your Parachute?” di Dick Bolles, un classico tra i manuali per chi cerca consigli per trovare lavoro e infine, nel 1990, viene fondata la prima agenzia professionale per la consulenza di carriera propriamente detta, ovvero la Fox e Jay Block. Questa sarà solo la prima delle tante agenzie di career coaching nate oltreoceano negli anni Novanta.

Questa, in estrema sintesi, la storia del career coaching. All’estero, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna soprattutto, quella del consulente di carriera è una figura assodata e conosciuta. Nel nostro Paese la visibilità del career coach è cresciuta progressivamente negli ultimi anni, insieme al riconoscimento di una sempre maggiore importanza al campo dell’orientamento professionale e della ricerca del lavoro ideale.

Vuoi pianificare la tua carriera professionale, raggiungere rapidamente i tuoi obiettivi e essere protagonista del tuo futuro? Scopri il nostro servizio di consulenza di carriera!

 

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi