Come scrivere una lettera motivazionale efficace? C’è chi la chiama lettera di candidatura, c’è chi la chiama lettera di presentazione, e chi per l’appunto la chiama lettera motivazionale, a sottolineare il fatto che in questa lettera si presentano, tra le altre cose, le motivazioni che spingono a candidarsi per quel determinato posto. Il termine lettera motivazionale, peraltro, è diffuso molto anche nel mondo dell’università e dell’accademia, riferendosi alle lettere di presentazione che i ricercatori presentano ai vari centri di ricerca per motivare, per l’appunto, la propria scelta.

In tutti i casi, la lettera di candidatura ha un ruolo fondamentale nel processo di ricerca e di selezione del personale, andando a fornire informazioni ulteriori e preziose ai recruiter e agli uffici del personale delle aziende che assumono. Nonostante questo, sono ancora tanti i candidati che scelgono di non presentare una leggera motivazionale, come sono tanti i candidati che utilizzando di volta in volta lo stesso testo, scritto frettolosamente mesi e mesi addietro, per ogni candidatura. Oggi vedremo perché è importante scrivere una buona lettera di presentazione e come scrivere una lettera motivazionale di qualità, per poi vedere anche alcuni esempi.

Perché scrivere una lettera motivazionale per il lavoro?

Scrivere una lettera motivazionale efficace non è facile, per il semplice fatto che deve essere un testo breve, che non faccia perdere tempo al selezionatore, ma capace comunque di veicolare il messaggio giusto al recruiter. Non allegare al proprio curriculum vitae una lettera di presentazione è però un errore che nessun candidato dovrebbe o vorrebbe fare. Il messaggi che si manda al selezionatore, così facendo, è assolutamente negativo: “desidero candidarmi per questa posizione, ma la vostra azienda non mi interessa abbastanza dall’investire del tempo nello scrivere una lettera motivazionale”. Ebbene, nessuno vuole comunicare una cosa di questo tipo al recruiter che dovrà leggere il proprio curriculum vitae, non è vero? Ecco allora che è importante accompagnare il cv con una lettera di motivazione, così da differenziarsi subito dai candidati distratti che non avranno aggiunto questa comunicazione di valore. Va peraltro detto che la lettera di presentazione permette di dare delle informazioni che non possono essere presenti nel curriculum vitae, di per sé più strutturato e schematico; nella lettera di motivazione è possibile dire qualcosa in più, qualcosa in più sulla propria persona, sulla propria professionalità, e sui motivi, per l’appunto, che hanno portato a quella precisa candidatura.

Come scrivere una lettera motivazionale

  • La lettera motivazionale deve essere aggiornata e personalizzata per ogni singolo annuncio; nessun selezionatore si lascerà convincere da una lettera di presentazione “generica”, pronta per essere inviata altre mille volte. Molto meglio quindi scriverla ad hoc per quel preciso annuncio, con riferimenti concreti al ruolo ricercato e all’azienda;
  • La scrittura di una buona lettera di presentazione parte da un’attenta lettura dell’annuncio di lavoro, non solo a livello contenutistico, ma anche a livello formale. É bene rispondere usando la stessa lingua usata dall’azienda nell’annuncio, ed è inoltre bene prendere spunti a livello di lessico e di stile, per avere un aiuto in più sulle parole e sul tono di voce giusto di usare nella stesura della lettera;
  • Tante lettere iniziano con le aperture come “Gentile signore” oppure “Egregio selezionatore” o via dicendo. Sarebbe invece bene riuscire a usare delle aperture più precise, usando laddove possibile – nel caso sia possibile individuarlo con una ricerca veloce – il nome del responsabile del personale, dell’head hunter, del caposettore, del responsabile del reparto e via dicendo.
  • Come anticipato, la lettera motivazionale non deve essere troppo lunga. Tre o quattro paragrafi di media lunghezza sono più che sufficienti.
  • All’interno della lettera motivazionale è bene fare riferimento all’annuncio di lavoro; come oggetto della comunicazione sarà bene usare il posto di lavoro offerto (o la posizione ambita nel caso di autocandidatura).
  • Quanto allo stile di scrittura, in generale, è bene usare delle farsi brevi, del lessico non eccessivamente tecnico e soprattutto positivo, per esaltare la propria figura, evitando laddove non strettamente necessari (come può accadere nel mondo del marketing e della finanza) lessico inglese e anglicismi.
  • In chiusura della lettera di presentazione, oltre a ringraziare il selezionatore per l’attenzione prestata nella lettura del testo, è sempre bene aggiungere che si è disponibili per un eventuale colloquio di lavoro.

Esempio di struttura di una lettera di candidatura

Esistono molti modi per strutturare una lettera di motivazione. Possiamo per esempio pensare di dividere la lettera di presentazione in tre paragrafi tematici. Nel primo paragrafo si indicheranno dunque i motivi che hanno portato alla candidatura, e quindi i motivi che spingono il candidato a credere che quella posizione e quell’azienda siano perfetti per il proprio caso; nel secondo paragrafo ci si concentrerà invece sulla propria figura, senza però ripetere quanto già riportato sul cv. Meglio descrivere velocemente la propria esperienza professionale per mettere in luce i punti di forza che più degli altri potranno essere utili in azienda. Infine, nell’ultimo paragrafo, si potrà spiegare in modo specifico all’azienda perché sarà vantaggioso prendere in considerazione il proprio inserimento. Questa è, va detto, solo una delle possibilità per quanto riguarda la struttura della lettera di motivazione.

Esempio lettera motivazionale

Presentiamo qui un esempio di lettera di presentazione estremamente semplice e sobrio, dal quale partire per creare il proprio personale testo motivazionale

25/09/2021

Spett. Azienda XX

Via Garibaldi, 8

Roma

 

Egregio Dott. Bianchi,

Scrivo per sottoporre alla sua attenzione la mia candidatura in risposta alla vostra ricerca di un profilo “” come da annuncio “” pubblicato su “”.

Ritengo che le mie competenze e la mia esperienza professionale siano  in linea con quanto da voi ricercato. In particolare, vorrei sottolineare la mia recente esperienza …

Sono seriamente interessato a lavorare per la vostra azienda, in quanto condivido…

Allego il mio curriculum vitae.

La ringrazio per l’attenzione e rimango a disposizione per un eventuale colloquio telefonico o da remoto.

 

Con viva cordialità,

Mario Rossi

Desideri un aiuto nel creare la tua lettera motivazionale? Contattaci: i nostri esperti di revisione e ottimizzazione curriculum vitae possono aiutarti anche con la tua lettera di presentazione!

Ultimi articoli

Contatto rapido

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

I nostri consulenti sono a tua disposizione

COSA DICONO DI NOI

Ultimi articoli