Cambiamento di carriera: come si affronta?

cambiamento di carriera

Cambiamento di carriera: non una scelta avventata, ma un processo

Ci sono moltissimi motivi che possono spingere una persona verso un deciso cambiamento di carriera. Ma attenzione, quello che porta un professionista a reinventarsi è un processo che richiede del tempo: il cambiamento di carriera, dunque, non può certamente avvenire in modo avventato nel giro di poche ore. Qualsiasi decisione, dunque, va presa con calma, e qualunque mossa va pianificata in anticipo, cercando di prevederne le conseguenze sul medio e su lungo termine. Prima di partire con i nostri consigli per chi vuole cambiare carriera, però, va sottolineato che in molti casi sono possibili dei cambiamenti concreti anche all’interno della medesima struttura aziendale: talvolta un reparto diverso o la partecipazione ad un corso di formazione interna per raggiungere una promozione potrebbero costituire la soluzione più adatta, senza la necessità di tuffarsi in una nuova ricerca di lavoro.

I motivi che possono spingere al cambiamento

Come si è anticipato, i motivi che possono motivare un cambiamento di carriera sono molteplici. Talvolta si vuole cambiare completamente settore lavorativo, altre volte si vuole mutare l’ambiente, mentre alcuni invece puntano caparbiamente ad un concreto cambiamento di ruolo. Ognuna di queste tensioni, poi, può avere altre differenti motivazioni sotterranee. Un lavoratore può essere insoddisfatto del proprio impiego, oppure può ritenere di meritare uno stipendio più alto, oppure può pensare di non essere adatto a quella determinata occupazione. Insomma, i fattori che possono spingere verso un cambiamento di carriera sono sempre e comunque tanti, e devono essere messi su una bilancia mentale insieme ai motivi che invece potrebbero spingere una persona a mantenere l’occupazione corrente. Da questa scelta cruciale, però, dovrebbe essere estromessa la paura del cambiamento.

La ricerca di un nuovo lavoro e la paura di fallire

È infatti indubbio che un cambiamento di carriera può essere fonte di stress e di paura: lasciare un impiego sicuro per affidarsi ad un nuovo processo di ricerca e selezione del personale, in effetti, è un’azione che spaventa, soprattutto perché è impossibile conoscere quali saranno i nuovi scenari lavorativi che si ritroveranno ad affrontare. È possibile però facilitare questo processo ed eliminare buona parte dello stress attraverso delle azioni e dei comportamenti che possono rendere più agevole e sicuro il cambiamento di carriera. Per prima cosa, rivolgendosi ad un’agenzia di ricerca del personale e quindi a degli head hunter si può velocizzare la propria transizione verso la nuova vita professionale. In secondo luogo, poi, è necessario credere in sé stessi, ricordandosi quotidianamente i motivi che hanno spinto verso il cambiamento di carriera e ripentendosi che questa non è la prima volta che si fa un salto nel vuoto nella propria vita professionale: anche quando si è iniziato a lavorare per la prima volta, infatti, non si aveva confidenza né con l’ambiente, né con le procedure, né tanto meno con i colleghi.

Farsi le domande giuste prima di iniziare

In tutti i casi, dunque, un cambiamento di carriera è una sfida che va affrontata con una strategia ben precisa, così da evitare buchi nell’acqua, stress eccessivo e perdite di tempo e di denaro. Per prima cosa è necessario capire in profondità non tanto cosa si vuole abbandonare, quanto invece cosa si vuole raggiungere: così come le aziende, quando creano un annuncio di lavoro per la ricerca di nuovo personale, decidono i requisiti indispensabili del candidato ideale, così deve fare anche chi si prepara ad un cambiamento di carriera. Una volta capito dove effettivamente si vuole arrivare, è poi cruciale capire se si possiedono effettivamente tutte le carte in regola per poter raggiungere quel determinato ruolo professionale. Potrebbero servire nuove competenze, titoli di studio o altre certificazioni particolari.

I passi da compiere per cambiare carriera con il sorriso

Dopo questa sorta di preparazione mentale al cambiamento di carriera si deve ovviamente passare alle azioni concrete: inizia così, infatti, la ricerca di un nuovo lavoro. Un professionista che ad un certo punto della propria carriera decide di voler cambiare tutto può in ogni caso contare su qualcosa che invece un neolaureato, per esempio, non può vantare, ovvero un network di colleghi. Per facilitare la ricerca del nuovo lavoro, dunque, può essere utilissimo avvisare i propri contatti più fidati della propria decisione, così da allertare eventuali contatti chiave per agguantare una nuova e migliore posizione lavorativa. Il secondo passo è poi ovviamente quello di consultare tutti i più seri e aggiornati canali di ricerca e selezione del personale, sul web e su supporti cartacei. In ogni caso, poi, chi si prepara ad un cambiamento di carriera deve rinnovare e migliorare non solo il proprio curriculum vitae, ma anche i propri profili sui social network, sia quelli professionali, come Linkedin e Xing, che su quelli più propriamente personali, come Facebook e Twitter. Come anticipato, poi, farsi avanti presso le migliori agenzie di ricerca e selezione del personale non può che aiutare a velocizzare il cambiamento di carriera, in quanto i cacciatori di teste sono sempre alla ricerca di validi curricula vitae da proporre alle aziende – e poi va detto che molto spesso gli head hunter, essendo in contatto diretto con i direttori delle risorse umane, risultano al corrente dell’esistenza di eventuali posizioni aperte ancora prima che queste vengano annunciate.

Cambiare lavoro, poi, vuol dire aprirsi ad un nuovo mondo: prima lo si capisce, prima se ne può trarre vantaggio. Chi vuole far fare una virata alla propria vita professionale deve quindi sforzarsi per incontrare nuove persone che fanno parte del settore o del campo nel quale si vuole lavorare. Come abbiamo detto all’inizio, cambiare carriera è una decisione importante, che comporta stress, paure e qualche piccolo rischio. Ambire a trovare l‘occupazione ideale nella quale poter dare giorno dopo giorno il meglio di sé stessi, però, vale certamente la candela: che tu sia un manager oppure un libero professionista, affidati alla consulenza dei nostri career coach per farti guidare nelle migliori scelte per la tua carriera!

  • Condividi