Selezione del personale Banking & Finance: il commercialista ai tempi dei Big Data

09/10/2019 | Finance
Selezione-del-personale-Banking-&-Finance

Le modalità di ricerca degli head hunter specializzati nella ricerca di talenti IT  convergono sempre di più verso quelle dei recruiter specializzati nella selezione di personale banking & finance: l’introduzione della fattura digitale obbligatoria tra privati, infatti, è stato il passo decisivo  verso la digitalizzazione della contabilità aziendale. Grazie ai nuovi strumenti a disposizione, l’esperto contabile non è più il soggetto che si limita a produrre gli F24 per pagare le imposte e chiudere il bilancio aziendale ma può essere qualcosa di più: può infatti diventare un vero e proprio consulente per le aziende, sfruttando soprattutto i Big Data. Gli head hunter specializzati nella selezione di personale banking & finance sanno che l’evoluzione di questi ruoli è importante, ma facile da gestire per figure abituate a gestisce ogni giorno una mole grandissima di dati relativi all’azienda.

Il ruolo del commercialista digitale

Ma quali sono i vantaggi di una grande azienda – o di uno studio – dell’avviare un processo di selezione di personale banking & finance per un commercialista esperto in Big Data? Ebbene, le possibilità sono tante. L’esperto contabile, grazie ai dati a sua disposizione, può effettuare delle analisi di mercato, nonché analizzare in modo veloce ed esatto le entrate e le uscite dell’azienda. Grazie alle fatture digitali è infatti possibile riassumere velocemente le spese dell’azienda relative alle utenze, al personale o alle materie prime: comparando queste voci, un commercialista esperto può individuare delle criticità e delle inefficienze interne all’azienda, indirizzandola verso delle scelte migliori. E ancora, sempre attraverso le fatture digitali il commercialista può esaminare in modo attento i fornitori e il loro comportamento, fornendo all’azienda un report estremamente utile per rinegoziare i termini dei rapporti commerciali.

Selezione di personale banking & finance: chi è il contabile digitale

Per ora si parla di mercato di nicchia, in cui i veri talenti sono poco numerosi. Quindi, non deve stupire il fatto che a oggi non esista un percorso universitario specializzato in tal senso. Parliamo pur sempre di un commercialista, dunque la formazione di base è sicuramente una laurea in Economia. Già durante il percorso universitario, però, risulta premiante selezionare dei corsi che comprendano degli insegnamenti relativi ai Big Data, pur senza allontanarsi troppo dall’area aziendale.
Gli head hunter specializzati nella selezione di personale banking & finance selezionano inoltre i ‘moderni’ commercialisti tra i professionisti che frequentano i corsi in Controllo di gestione così come proposto da alcune scuole di alta formazione regionale, organizzati spesso dallo stesso Ordine dei commercialisti.

Il vostro studio sta cercando un commercialista al passo con i tempi? La vostra azienda desidera aggiungere al proprio team un contabile in grado di tenere in considerazione anche le possibilità aperte dai Big Data? Visitate la nostra pagina dedicata all’head hunting nel settore finanziario!

Vuoi maggiori informazioni?

I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi