Blog Post

Selezione del personale alberghiero: alla ricerca dell’hotel manager perfetto

Gli alberghi sono delle organizzazioni complesse, con diversi team al lavoro in contemporanea: per garantire il successo di una struttura ricettiva è fondamentale poter contare su un hotel manager capace e attento, in grado di gestire al meglio lo staff. Chi si occupa della selezione del personale alberghiero, però, sa bene che non sempre è facile individuare il profilo professionale più adatto per questo ruolo. Va infatti sottolineato che le responsabilità e il ruolo dell’hotel manager sono andati cambiando notevolmente nel tempo: se anni fa per ricoprire questo ruolo era sufficiente essere in grado di parlare con le persone e avere una sincera passione per il mestiere, oggi si ha invece a che fare con un profilo articolato.

Come può affermare qualsiasi head hunter specializzato nella selezione del personale alberghiero, non ci si può improvvisare hotel manager: per essere tali sono necessari anni di studio e di pratica, nonché delle soft skills nient’affatto comuni. Affinché lo staff di un albergo sia in grado di prendersi cura degli ospiti, qualcuno deve prendersi cura dello staff. E quel qualcuno è, per l’appunto, l’hotel manager, vero e proprio punto di riferimento per ogni dipendente della struttura.

Selezione del personale alberghiero: il curriculum vitae del manager

Come spesso accade nella selezione del personale alberghiero, anche per quanto riguarda il manager non si conoscono percorsi obbligatori da seguire. Come per qualsiasi ruolo manageriale, una laurea in economia è certamente un primo importante passo, ma non è certamente l’unico possibile per approdare poi a questa professione. In alcuni casi il manager d’albergo proviene da settori differenti, mentre altre volte diventa tale dopo essere partito da uno dei dipartimenti interni alla struttura stessa. Esistono peraltro, a livello internazionale, dei corsi di laurea in hotel management, nonché dei master specifici– presenti anche in Italia.

L‘esperienza professionale all’interno di un albergo, a prescindere dal percorso di studi affrontato, è fondamentale. Come anticipato, l’hotel è una macchina complessa, che non si può capire – né tanto meno gestire – senza una cospicua esperienza lavorativa. Oltre alle tipiche competenze manageriali d’impresa, il candidato deve avere specifiche skills del settore alberghiero, le quali per l’appunto si possono acquisire solo lavorando all’interno di alberghi strutturati.

Come individuare l’hotel manager perfetto?

La selezione del personale alberghiero manageriale non si limita all’individuazione delle hard skills. Per assumere un hotel manager in grado di gestire al meglio un albergo è necessario trovare un professionista che, oltre a impartire i compiti allo staff, sia in grado di ascoltarne i consigli, le richieste e le lamentele. Solo in questo modo, infatti, i dipendenti di tutti i reparti si sentiranno parte integrante e fondamentale dell’impresa, migliorando di conseguenza le loro performance. Il candidato perfetto deve essere portato all’aggiornamento continuo, dedicando quotidianamente del tempo allo studio delle news relative al settore, dai trend alle nuove normative.

L’hotel manager è responsabile dell’operato di ogni singola figura all’interno della struttura alberghiera. Questo non significa, però, che egli debba sapere qualsiasi cosa: chi si occupa della selezione del personale alberghiero deve dunque individuare un professionista disposto a collaborare con il proprio staff e a far tesoro, eventualmente, dei consigli provenienti dai sottoposti.

L’hotel manager deve inoltre essere un grande motivatore, in grado dunque di incentivare lo staff a raggiungere traguardi personali e di squadra. Nello specifico, è un suo ruolo precipuo quello di incentivare la formazione a tutti i livelli all’interno della struttura alberghiera, compito doppiamente importante perché – come rivelato da uno studio della Cornell University – il valore della formazione viene spesso trascurato all’interno degli hotel, di sovente per una diffusa disattenzione dei manager nei confronti del proprio staff. Spetta invece al management promuovere i programmi formativi per migliorare l’operatività dei collaboratori, prediligendo non la formazione individuale o in modalità e-learning, bensì quella in aula – la quale favorisce il consolidamento del gruppo e l’intesa dei lavoratori.

Infine, il nome che dovrà spuntare al termine del processo di selezione del personale alberghiero dovrà essere quello del candidato che, più degli altri, si dimostrerà in grado di focalizzarsi non sui particolari, ma sull’intero quadro dell’attività quotidiana dell’hotel.

State cercando un hotel manager in grado di gestire al meglio la vostra attività alberghiera? Visitate la pagina dedicata alla divisione Ho.re.ca, GDO & Retail della nostra agenzia di recruiting: i migliori head hunter specializzati nel campo dell’accoglienza turistica sono pronti ad aiutarvi nel selezionare il talento più adatto!

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

I nostri consulenti sono a tua disposizione

COSA DICONO DI NOI