Scrittura CV: dai vita alla tua esperienza lavorativa

scrittura cv

La stesura di un curriculum vitae (cv per comodità) è una necessità quando si entra nel mondo del lavoro. Permette di presentare le proprie competenze, le passate esperienze o gli studi che permettono di essere idonei a ricoprire una determinata mansione per cui ci si candida.

Scrittura cv: sintetico e conciso per evitare cestinamenti

La scrittura del cv però non deve essere una banale lista cronologica di informazioni generiche e generali sulla nostra vita. Chi legge un curriculum non si aspetta certo una biografia, né tantomeno è interessato a informazioni che non hanno attinenza con il lavoro che offre. Se cerchiamo un impiego nel settore della logistica, ad esempio, perché abbiamo conseguito una laurea in Ingegneria dei Trasporti a poco servirà scrivere che abbiamo lavorato in un bar. Anzi, informazioni come queste potrebbero portare l’head hunter a stancarsi di leggere dati fuorvianti, con il seguente cestinamento della candidatura.

Chi fa recruitment si trova davanti centinaia di proposte ogni giorno e possiede delle conoscenze specifiche per selezionare solo i candidati più adatti, saltando velocemente quelli che hanno esperienze troppo generiche o varie. Potrebbe sembrare strano a primo acchito, perché una persona piena di esperienze lavorative dovrebbe essere più capace e versatile di un neolaureato o di chi ha svolto sempre lo stesso mestiere. Ma non è questo che cerca il mondo del lavoro e, soprattutto, non è questo che cerca chi fa selezione del personale.

Meglio affidarsi ad un esperto di scrittura cv

Esistono proprio per questo motivo dei servizi di scrittura cv, che partono dall’analisi delle esperienze e le competenze dell’individuo e, in relazione alle richieste specificate nelle offerte di lavoro, cercano di realizzare un curriculum che sia adatto e semplice da leggere.

Si potrebbe avere bisogno di più di un cv, perché magari abbiamo esperienze lavorative in diversi campi, oppure perché abbiamo ottenuto degli attestati in un campo che ci interessa di più e vogliamo cambiare lavoro. Al geometra appassionato di computer che vuole diventare developer poco servirà scrivere delle sue esperienze nei cantieri, mentre dovrà concentrare tutto sui risultati ottenuti nel campo dell’informatica, come attestati di corsi di programmazione, la pubblicazione di siti (con relativo portfolio) o altre informazioni attinenti.

Cosa scrivere nel cv?

Esistono regole ben precise per scrivere un cv e alcuni elementi stilistici che invece vanno adottati caso per caso. Un curriculum per una professione artistica infatti punterà più sulle capacità comunicative, sociali e relazionali, mentre un lavoro tecnico verrà affidato a chi ha competenze specifiche, conosce i macchinari e i procedimenti.

Le regole fisse riguardano i dati personali prima di tutto. Nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza e numero di telefono, ma anche email e foto, sono indispensabili.

La formazione scolastica è importante e vanno specificati corso e istituto, anno di conseguimento del diploma/laurea/master/attestato, con relativa votazione solo in caso di eccellenze e lodi. Specificare le materie studiate o gli argomenti è utile solo se attinenti alla proposta di lavoro a cui ci si candida, se possono avvantaggiarci o se non sono sottintesi nel titolo. Anche in questo caso, vanno omessi tutti gli attestati non inerenti.

Le lingue conosciute danno qualcosa in più anche quando non sono espressamente richieste, ma scrivere “Italiano madrelingua” potrebbe essere superfluo, mentre “conoscenza base dell’inglese” andrebbe evitata perché ha poco senso.

Il riferimento al trattamento dei dati personali è un altro elemento che non deve mancare mai e basta scrivere “Si autorizza al trattamento dei dati personali come stabilito nel D. Lgs. 196/2003”.

Superare una pagina va bene soltanto se possediamo veramente molti titoli o esperienze diverse. Infatti chi fa selezione del personale raramente controlla la seconda pagina e, se lo fa, è solo se la prima è stata veramente interessante.

Basta poco per evitare di perdere un’occasione lavorativa a causa di un curriculum scritto male. Affidarsi ad un esperto del settore però rimane sempre la scelta migliore.

  • Condividi