La figura del Project Manager dell’edilizia ha il compito di supervisionare tutti gli aspetti di un progetto, dalle fasi iniziali fino alla realizzazione finale.

 

Nel settore edile, è importante avere a disposizione un esperto che sappia organizzare le singole fasi progettuali e gestire con attenzione materiali e collaboratori.

Il Project Manager è sempre più ricercato nel mondo delle costruzioni, soprattutto da parte di aziende che hanno bisogno di aiuto nella gestione di progetti di grandi dimensioni.

 

Informarsi riguardo i compiti e le competenze del Project Manager può essere un buon punto di partenza per capire se si è adatti a ricoprire questo importante ruolo.

Per poter partire nel modo giusto, è necessario essere dotati di grande esperienza, grandi capacità organizzative ed essere focalizzati sulla prevenzione di situazioni spiacevoli.

 

Il ruolo del Project Manager (Edilizia)

 

Nell’edilizia, il Project Manager ha il compito di gestire, monitorare e programmare tutte le attività di esecuzione del progetto. Si occupa di suddividere i compiti dei vari operatori e, contemporaneamente, controllare che tutti abbiano a disposizione il giusto materiale per lavorare serenamente.

 

In altre parole, il Project Manager è colui che olia gli ingranaggi della macchina da lavoro, assicurandosi che tutti i pezzi siano al posto giusto e in perfette condizioni.

 

Il suo ruolo di gestione del progetto lo porta ad essere importantissimo per tutto il team di lavoro. E’ lui a dover incoraggiare gli operatori e ad indicare loro le tecniche migliori per poter migliorare le proprie competenze professionali.

Il suo obbiettivo è quello di portare a termine il lavoro nel minor tempo e al meglio possibile, combinando rapidità e professionalità.

 

In definitiva, il Project Manager applicato al settore dell’edilizia si occupa di:

 

  • Programmare le singole attività e Dividere i compiti
  • Valutare rischi e possibili danni, scegliendo come e quando proseguire con i lavori
  • Monitorare l’avanzamento del progetto e Valutare i progressi fatti
  • Gestire le risorse disponibili, che siano materiali o dipendenti
  • Controllare che i materiali fisici vengano sottoposti ad un attento lavoro di manutenzione
  • Pianificare strategicamente l’avanzamento del progetto
  • Chiudere il progetto una volta terminate le attività

 

Le competenze richieste

 

Per poter svolgere un lavoro complesso come quello del Project Manager è importante essere dotati di una conoscenza approfondita del mondo dell’edilizia e delle costruzioni.

Nel caso si verifichino problemi tecnici o strutturali di qualsiasi tipo, il responsabile dei lavori deve essere in grado di reagire istantaneamente e senza dubbi.

 

Inoltre, è necessario essere dotati di buone capacità relazionali, provando ad impostare un rapporto di fiducia con i propri dipendenti e collaboratori.

Il Project Manager è la figura a cui tutti fanno riferimento, dall’inizio alla fine del lavoro. Senza il suo lavoro di organizzazione e programmazione delle attività, la costruzione edilizia non potrebbe andare avanti nel modo corretto.

 

Infine, il Project Manager deve essere in grado di gestire adeguatamente le risorse a disposizione dell’impresa.

Solo conoscendo i materiali e le tecniche di produzione si può attuare una stima concreta delle disponibilità, indicando ai collaboratori quale strada è meglio seguire.

 

Il PM è sempre aggiornato e attento a quello che succede all’interno del cantiere, cercando di tenere sotto controllo l’avanzamento dei lavori e i progressi fatti nel corso delle settimane.

A lui si affida una data di scadenza, che dovrà essere in grado di rispettare al momento della chiusura del progetto.

 

Quanto guadagna un Project Manager (Edilizia)

 

Come per la maggior parte dei lavori, il guadagno medio di un Project Manager  nel settore dell’edilizia varia in relazione al progetto stesso. E’ chiaro che più grande è la responsabilità affidata, più è alta la cifra legata al compenso economico.

 

Tuttavia, è possibile fare una media approssimativa del guadagno medio annuo, facendo attenzione a compiere una leggera distinzione tra Project Manager Junior e Senior.

 

Una figura Junior guadagna circa 30 mila – 50 mila Euro lordi all’anno. Il Project Manager Senior può arrivare anche a 70 mila euro lordi l’anno, ovviamente in base al suo livello di esperienza e al progetto che segue.

 

Solitamente, il guadagno aumenta con gli anni, soprattutto quando si riesce a dimostrare di essere capaci di gestire un progetto senza errori e senza eccessive problematiche.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

I nostri consulenti sono a tua disposizione

COSA DICONO DI NOI

Ultimi articoli