La simulazione di un colloquio di lavoro, in cosa consiste e come accedervi

30/05/2019 | Per i Candidati
colloquio di lavoro simulazione

PREPARARSI A UN COLLOQUIO: I PRIMI STEP

L’iter selettivo di una risorsa da inserire in organico si compone di molteplici passaggi: in genere dal punto di vista del candidato il primo step consiste nell’inviare il CV, sia esso tramite candidatura spontanea oppure in risposta ad un annuncio pubblicato sui vari portali di ricerca di lavoro.
A questo proposito, redigere un buon Curriculum Vitae è di fondamentale importanza per assicurarsi l’attenzione del selezionatore, che ne riceve in grandissima quantità ogni giorno. Il segreto è scrivere un CV che vi rappresenti, che faccia comprendere senza sforzo al datore di lavoro chi siete. Un curriculum che dia la possibilità di dedurre qualche aspetto rilevante della vostra personalità, i punti di forza, cosa vi rende più adatti rispetto ad altri candidati e per quel determinato ruolo. E’ proprio questo punto che spesso manca. I selezionatori si ritrovano a dover scremare centinaia di curricula, possibilmente ben scritti e interessanti, ma privi di personalità.

Un altro consiglio fondamentale è quello di redigere un cv diretto appositamente creato per l’azienda a cui lo state mandando. Infatti è errato redarre un unico CV da inviare a diverse aziende: potrebbero non avere niente in comune. Prima di procedere è opportuno informarsi sul tipo di società e sulla posizione richiesta per poter evidenziare gli aspetti che considerate essenziali ai fini di ottenerla.
Ad ogni modo, considerata la difficoltà per il selezionatore, viste le tempistiche per esaminare tutti i curricula secondo il processo di screening (ovvero, della prima scrematura ufficiale) – è opportuno prepararsi attraverso la simulazione di un colloquio di lavoro, soprattutto il primo, che potrebbe determinare le sorti professionali del candidato con maggior probabilità. A questo punto, si pongono dei quesiti che possono divenire persino opprimenti per le persone che nutrono più insicurezze al riguardo, e cioè: perché sostenerlo? Come farlo? A chi rivolgersi?

I SERVIZI DELLE SOCIETA’ DI SELEZIONE: LA SIMULAZIONE DI UN COLLOQUIO DI LAVORO

Uno dei modi più efficaci consiste nell’usufruire di un servizio appositamente predisposto da istituti universitari o società di ricerca e di selezione di personale. Queste stanno implementando e creando nuovi progetti soddisfacenti per i potenziali candidati nei loro bisogni concreti. Uno dei più gettonati è la simulazione di un colloquio di lavoro, nota anche come mock interview.
Ma come si svolge di preciso?

MOCK INTERVIEW: IL ROLE PLAYING

In buona parte si tratta di un role playing tra il candidato e un esperto responsabile delle risorse umane. Questi è in grado di valutare l’andamento della simulazione del colloquio e orientare la persona.
Prima della vera e propria simulazione si svolge la raccolta di informazioni. In sostanza, un briefing iniziale in cui si fa il punto della situazione in merito alla posizione ambita e il colloquio da sostenere. Segue un debriefing, in cui invece si fornisce un riscontro puntuale sull’andamento della simulazione del colloquio e in cui si individuano i punti di forza e le aree di miglioramento. Vengono forniti spunti di riflessione sulla coerenza tra la posizione a cui si aspira e le proprie caratteristiche personali.
Alcuni consulenti di carriera offrono anche l’opportunità di svolgere simulazioni telefoniche o video online, generalmente registrate per mezzo di un registratore o di una webcam.
Le domande poste durante la simulazione di un colloquio di lavoro sono quelle che si sentono comunemente durante un primo colloquio o intervista di screening. Per i candidati che invece conoscono il tipo di posizione, il settore professionale o la società a cui sono interessati possono essere poste domande personalizzate secondo i loro bisogni. Per questo motivo quando si pianifica un colloquio con un career coach è bene fornirgli quante più informazioni possibili sui propri interessi e obiettivi.

I VANTAGGI DEL SERVIZIO

Nella fase successiva alla simulazione, vengono date indicazioni importanti e consigli che permettono di affrontare con più competenza e maggiore sicurezza il colloquio di lavoro vero e proprio. Si tratta di uno strumento prezioso per chi cerca lavoro e desidera migliorare in modo sensibile la propria prestazione durante l’intervista reale. Questo potrebbe cambiarne l’esito in modo concreto. Dopotutto, una buona performance durante un colloquio di lavoro offre l’opportunità al candidato di varcare le soglie di una nuova realtà desiderata. Non sarebbe dunque vantaggioso lasciarsi sfuggire tale occasione esitando più del dovuto.

Noi offriamo questi servizi, con qualità garantita da professionisti addetti alla selezione e all’orientamento del personale.

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi