Affidarsi a un’agenzia di ricerca e di selezione del personale, come richiedere il supporto di un cacciatore di teste, significa avvalersi di un servizio di HR outsourcing. Demandare a dei professionisti esterni all’azienda la ricerca dei nuovi talenti da inserire in organico e la loro gestione è una scelta sempre più frequente sia tra le grandi imprese, sia tra le piccole e medie imprese.

Per quale motivo la ricerca del personale viene affidata all’esterno? Ebbene, in realtà ci sono diverse ottime ragioni che spingono le imprese verso questo tipo di servizio: noi ne abbiamo individuati 6 di principali, da non trascurare assolutamente!

I 6 vantaggi dell’HR Outsourcing

Risparmio di denaro

Molte imprese guardano all’HR Outsourcing come a un costo, come a una spesa che l’impresa può fare a meno di affrontare gestendo internamente la ricerca a la selezione del personale e la gestione HR. Ma le cose stanno veramente in questo modo? A pensarci bene, conti alla mano, no.

Mettiamo da parte per ora il discorso del risparmio di tempo (il quale come è ovvio può essere tradotto direttamente come risparmio di denaro). Gestire il personale internamente significa molto spesso assumere un intero team di persone, per assicurarsi di avere al proprio interno le risorse giuste per selezionare il personale, le competenze necessarie per la gestione della compliance e quelle per la gestione payroll.

Questo significa dunque incrementare di parecchio l’organico, e quindi le spese mensili, dovute non solo agli stipendi dell’ufficio HR, ma anche allo spazio richiesto per i loro uffici, alle spese richiese per la loro attrezzatura e via dicendo. E certo, la funzione HR è fondamentale per un’azienda, ma non si parla ovviamente di un reparto che genera revenue, a fronte di una spesa consistente.

A conti fatti, affidarsi a dei servizi di HR Outsourcing – e quindi esternalizzare prima di tutto la ricerca e la selezione del personale, e poi eventualmente le funzioni payroll e quelle di gestione del personale nel suo complesso – significa non affrontare un costo ulteriore, quanto invece assicurarsi un risparmio netto, soprattutto sul medio e lungo termine.

Risparmio di tempo

Non ci sono dubbi, il tempo è denaro. Ogni ora spesa alla ricerca del personale, ogni ora spesa nella gestione delle paghe e dei benefit per i propri dipendenti, è un’ora rubata al core business dell’azienda. Si pensi a quante ore sono necessarie per selezionare e assumere una nuova risorsa: l’analisi delle competenze necessarie, la creazione dell’annuncio di lavoro, la scrematura dei curricula, i contatti telefonici, i gironi di colloqui, l’iter di selezione, l’inquadramento, l’onboarding.

Ma si pensi anche a tutto il paperwork quotidiano per la gestione del personale interna. Nelle aziende più strutturate, approfittare di un servizio di HR outsourcing significa dare al proprio ufficio HR interno la possibilità di concentrarsi su attività più importanti; nelle piccole imprese, significa liberare i vertici dall’onere di occuparsi di attività diverse da quelle tipiche del core business. Quindi sì, esternalizzare in parte o complessivamente la gestione delle risorse umane significa risparmiare non solo denaro, ma anche tempo.

Risk Management

Qualsiasi Risk Manager potrebbe confermarlo: optare per l’HR outsourcing significa anche ridurre i rischi di natura legale per l’azienda. Non ci sono infatti dubbi, il mondo della selezione e della gestione delle risorse umane è pieno di piccole e grandi insidie legali per l’azienda, con l’ufficio HR e i vertici aziendali che devono fare i conti con responsabilità spesso pesanti nei confronti dei dipendenti.

Per le piccole imprese, restare continuamente aggiornate e in linea con i nuovi regolamenti può essere particolarmente difficile, esponendo così l’azienda a delle potenziali sanzioni tutt’altro che trascurabili. Affidarsi a dei professionisti esterni significa poter alleggerire le proprie spalle, nella consapevolezza di poter contare su degli specialisti.

Competenze specialistiche

Di questo e di null’altro. Chi si occupa di HR Ousourcing non ha nessun altra attività da seguire, potendosi concentrare unicamente su questa attività. Ecco dunque che il professionista dell’area payroll può affrontare questo compito nel migliore dei modi, così come chi si occupa della selezione del personale si concentrerà esclusivamente su questo aspetto.

E certo, ci sono aziende che continuano a optare per la selezione fai da te del personale per non affidare il recruiting a qualcuno che, pur essendo un professionista della ricerca HR, non conosce in realtà quelle che sono le peculiarità del settore. Pensiamo per esempio a tutte le conoscenze specifiche che sono necessarie per valutare concretamente un professionista IT!

Rivolgendosi però a un’agenzia di ricerca e selezione del personale come Adami & Associati, però, non ci possono essere preoccupazioni di questo tipo: la nostra società può infatti contare su head hunter specializzati nelle rispettive aree di ricerca, di modo da poter offrire un servizio di head hunting mirato per ogni tipo di impresa.

Dipendenti più felici

Non ci sono dubbi, oggi più che mai i fringe benefit, ovvero i benefici accessori che le aziende mettono a disposizione dei propri dipendenti, sono sempre più apprezzati. Non si contano infatti le indagini che dimostrano come questi benefici siano spesso maggiormente apprezzati rispetto a delle cifre più alte in busta paga.

Parliamo di finanziamenti agevolati, di assistenza sanitaria, di polizze assicurative, di alloggi, di buoni pasto, di convenzioni e via dicendo. Tutto questo permette di avere dipendenti più felici, e quindi più fedeli (con un minore tasso di turn over) e più produttivi. Affidarsi a degli specialisti esterni significa poter fare affidamento su professionisti in grado di gestire al meglio i fringe benefit, spuntando i i migliori accordi con i fornitori, per avere di più, a costi minori.

Migliore Employer Branding

Chiudiamo infine con l’ultimo tra i grandi vantaggi di affidarsi a un servizio di HR Outsourcing. Si pensi a come viene condotta la ricerca del personale da parte di un head hunter, si pensi alla possibilità di avere maggiori e migliori benefit al medesimo costo, si pensi alla possibilità di dedicare il tempo risparmiato ad attività mirate a migliorare il proprio brand e l’immagine aziendale come datore di lavoro. Ne consegue naturalmente che optare per l’HR Outsourcing permette di migliorare l’employer branding, e quindi la possibilità di mirare ai migliori talenti, per di più a costi minori.

Vuoi avere maggiori informazioni sul nostro servizio di HR Outsourcing? Contattaci: ti spiegheremo cosa possiamo fare per la tua impresa attraverso l’esternalizzazione della gestione delle risorse umane!

 

Ultimi articoli

Contatto rapido

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

I nostri consulenti sono a tua disposizione

COSA DICONO DI NOI

Ultimi articoli