Il lavoro dell’head hunter del settore legale: alla scoperta del giurista d’impresa

05/12/2018 | Legal
head hunter del settore legale

Tra le figure professionali maggiormente ricercate dagli head hunter del settore legale vi è senz’altro quella del giurista d’impresa, il quale opera come consulente all’interno di imprese medie o grandi che vogliono tutelarsi dal punto di vista giuridico. Non deve certamente stupire il fatto che le aziende desiderino poter fare affidamento su un professionista in grado di valutare le conseguenze legali di ogni decisione gestionale, segnalando ai vertici tutte le opportunità e i rischi relativi alle nuove normative.

Quali sono le principali mansioni di questa figura, e soprattutto, quali sono i prerequisiti fondamentali che un professionista deve avere per ricoprire questo ruolo?

Le mansioni del consulente legale aziendale

Le aziende che si rivolgono a delle agenzie di selezione del personale, e quindi a degli head hunter del settore legale per l’assunzione di un giurista d’impresa, desiderano potere contare in modo continuativo su un consulente legale. I vantaggi che ne derivano sono molti: oltre a ridurre su tutta la linea i rischi di natura legale in cui l’azienda potrebbe incorrere, il giurista d’impresa ha infatti molte altre mansioni. Ecco le principali:

  • Fornisce consulenza legale a tutti i settori dell’azienda;
  • Garantisce assistenza legale per tutte le attività stragiudiziali;
  • Propone e sottolinea le azioni da compiere e le decisioni da prendere in base all’analisi delle novità normative;
  • Grazie alle sue competenze giuridiche, elabora soluzioni operative in grado di ottimizzare la redditività aziendale;
  • Redige la contrattualistica nazionale e internazionale;
  • Cura i contenziosi interni ed esterni;
  • Cura i rapporti con le amministrazioni e con le istituzioni;
  • Supporta le definizione delle politiche di impresa, a livello legale e tributario.

 

Chi può fare consulenza legale?

C’è una grande confusione intorno al ruolo del consulente legale, e quindi del giurista d’impresa. Per questo motivo molti processi di recruiting effettuati senza head hunter del settore legale risultano viziati fin dall’inizio. Va dunque sottolineato che l’avvocato e il consulente legale sono due figure simili, ma allo stesso tempo molto differenti. Il primo, oltre ad aver conseguito una laurea in Giurisprudenza, ha superato con successo l’esame di Stato, è iscritto alla Cassa Forense e all’Albo professionale e ha una partita IVA. La seconda figura, invece, non è altrettanto normata: non deve essere, per esempio, iscritto a nessuna albo. Per diventare giurista d’impresa, però, è necessario avere una laurea specialistica in giurisprudenza, meglio ancora se con una specializzazione nel diritto d’impresa e con un successivo master relativo alle consulenze per aziende. Va peraltro sottolineato che, in quanto inquadrato come lavoratore subordinato, una volta assunto come tale un giurista d’impresa non può risultare iscritto all’Ordine degli avvocati.

Ne consegue che l’avvocato iscritto all’albo non può fare il giurista d’impresa, così come, ovviamente, il giurista d’impresa non può svolgere alcune attività esclusive degli avvocati, come per esempio offrire assistenza giudiziale. Non bisogna infatti dimenticare che la Legge italiana stabilisce che l’assistenza di un avvocato è obbligatoria per tutte le cause superiori ai 1.100 euro – e questa è solo la prima delle attività per le quali il consulente legale non può sostituirsi totalmente ad un avvocato.

Quali skills ricerca l’head hunter del settore legale

Chiarite le caratteristiche peculiari del giurista d’impresa e le relative mansioni, si possono sottolineare le skills ricercate in questa figura dagli head hunter del settore legale. Una preparazione giuridica solida e completa è fondamentale: questi professionisti devono conoscere perfettamente il diritto penale commerciale, il diritto del lavoro, il diritto sindacale, il diritto amministrativo, il diritto bancario e il diritto finanziario e tributario. Non è tutto qui, in quanto, per espletare alcune funzioni consultive, si rende necessaria anche la conoscenza dei principi chiave dell’economia aziendale e della contabilità.

Il giurista d’impresa, lavorando al fianco dei vertici aziendali – tipicamente in collaborazione con il direttore generale o con l’amministratore delegato – deve vantare buone doti decisionali e capacità manageriali. Non a caso, in molte realtà questa figura ha una qualifica dirigenziale.

Siete alla ricerca di un consulente legale per la vostra impresa? L’agenzia di ricerca e selezione personale qualificato Adami & Associati è pronta a mettere al vostro servizio i migliori cacciatori di teste specializzati nel settore legal.

Vuoi maggiori informazioni?

I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi