Oggigiorno, con il web che è diventato il must have di qualsiasi azienda, è sempre più importante avere nel team un professionista che si occupi degli aspetti relativi allo sviluppo online. Il Full Stack Developer è esattamente la figura che si preoccuperà di gestire sia il back-end, sia il front-end del vostro sito web. Vediamo nel dettaglio chi è e cosa fa il Full Stack Developer e quali sono le competenze che deve avere una figura di questo tipo.

 

Full Stack Developer: chi è e cosa fa

 

Uno sviluppatore Full Stack è una figura professionale che lavora con il back e front end. Le competenze di un Developer di questo tipo spaziano dall’utilizzo dei codici di programmazione, alla progettazione grafica, fino alla realizzazione di progetti con UX/UI di alta qualità. Anche le responsabilità del Full Stack Developer sono ampie.

 

Innanzitutto, si occupa della progettazione e dello sviluppo del software e della relativa ottimizzazione nel tempo. Il suo ruolo è anche quello di scrivere il codice per il front – back end e capire il miglior modo per far interagire l’utente con il sito web o il software in questione.

 

Il Full Stack Developer non si limita a questo, infatti, si occupa di testare in maniera costante il design del software e di progettare e aggiungere nuove funzionalità. Infine, si preoccupa di aggiornarsi in merito alle ultime tecnologie e di interessarsi ad aspetti come sicurezza, manutenzione e scalabilità.

 

Quali competenze deve avere?

 

Prima di iniziare la selezione, è importante capire quali sono le competenze che questa figura professionale deve avere per dare un contributo valido all’azienda in cui viene assunto.

Il lavoro di Full Stack Developer è molto richiesto, ma spesso il ruolo viene coperto da persone improvvisate che non hanno le competenze giuste.

Innanzitutto, c’è bisogno di avere una laurea in informatica oppure in programmazione informatica. Alcuni Full Stack Developer hanno conseguito anche un master al fine di ottenere maggiori competenze e conoscenze.

Per quanto riguarda le esperienze lavorative, non è necessario che il candidato abbia un curriculum “profondo”. Tuttavia, è importante selezionare Full Stack Developer che abbiano almeno 3 anni di esperienza in determinati linguaggi di programmazione, come HTML, CSS e JavaScript, e che sia al passo con gli ultimi aggiornamenti. In questo modo, si saprà che il candidato che si va ad assumere sarà completamente autonomo nello svolgere le mansioni che gli verranno assegnate.

 

Parlando di competenze, è importante che il Full Stack Developer conosca:

  • Linguaggi di programmazione front-end come HTML, Javascript e CSS
  • Linguaggi di programmazione back-end come Python, Ruby e PHP
  • Sistemi di controllo versione come Git e GitHub
  • API come REST e SOAP e protocolli come HTTP
  • Soluzioni di archiviazione di database come JSON, SQL e NoSQL
  • Capacità di progettazione grafica e comunicazione visiva
  • Server Apache o NGINX

 

Quanto guadagna?

 

Ma quanto guadagna un Full Stack Developer? Essendo una figura molto richiesta, il Full Stack Developer percepisce degli stipendi interessanti. In Italia, ad esempio, la RAL è di circa 50.000 €, mentre in altri paesi europei come il Regno Unito questa sale a 60.000 €. Negli Stati Uniti lo stipendio ammonta anche a 100.000 € annui. Il Full Stack Developer può essere anche declinato in termini di collaboratore esterno con Partiva IVA, tuttavia, consigliamo di assumere in azienda una figura di questo tipo anche per un maggior coinvolgimento nei progetti.

 

In conclusione, la figura del Full Stack Developer ricopre un ruolo di fondamentale importanza all’interno di un’azienda moderna che vuole affacciarsi al mondo del digitale al massimo delle sue potenzialità.

 

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

I nostri consulenti sono a tua disposizione

COSA DICONO DI NOI

Ultimi articoli