Direttore delle risorse umane: cosa fa e quanto guadagna

ricerca-e-selezione-direttore-hr

Come in tutti gli ambiti professionali, anche nel settore delle risorse umane il personale è necessariamente organizzato in base a una gerarchia, strutturata secondo diversi fattori: competenze, formazione, attitudine, anzianità nell’azienda. Uno dei punti di spicco di questa piramide spetta al direttore delle risorse umane. Una professione sempre più ambita, per la quale i processi di ricerca e selezione richiedono dei criteri ben definiti. Non sempre però è chiaro il ruolo ricoperto da questa figura: chi è e cosa fa un direttore delle risorse umane? E, venalmente ma concretamente parlando, quanto guadagna e qual è il suo stipendio medio?

Volendo inquadrare genericamente il direttore delle risorse umane, noto nel mondo del lavoro anglofono anche come HR Director, diremmo che questa figura gestisce da una posizione di comando operativo il capitale umano di un’azienda, piccola o grande che sia. Al direttore il compito quindi di accompagnare il personale di un’azienda in tutte le sue fasi all’interno della stessa: dal processo di assunzione alla gestione del rapporto di lavoro già in essere, compresa l’organizzazione di servizi a disposizione dei dipendenti.

Cosa fa un direttore delle risorse umane

Le azioni che, in concreto, compongono la routine professionale di un direttore delle risorse umane sono svariate. Il primo e più noto coinvolgimento di questa figura è nell’ambito di ricerca, selezione e assunzione del personale. Spetta infatti al direttore delle risorse umane trovare le figure più adatte alle posizioni aperte della propria azienda.

Dopo la prima fase di inserimento, il personale viene poi accompagnato dal director nei processi di formazione che, nelle migliori aziende, si protraggono per tutta la durata del rapporto di lavoro. Tra i ruoli del direttore delle risorse umane, anche compiti più amministrativi, come la gestione di stipendi e contratti e la fornitura di materiale. Un vero e proprio maestro d’orchestra per la macchina del capitale umano nel suo complesso.

Ricerca e selezione direttore hr:Skills e competenze richieste

Avendo un quadro di cosa faccia un direttore delle risorse umane e delle sue responsabilità, è evidente che il processo di selezione per questa figura debba essere quanto mai attento a ricercare una figura affidabile e capace. Un direttore delle risorse umane può davvero fare la differenza all’interno di un’azienda per quanto riguarda la sua governance e il suo piano strategico di gestione.

Non solo dal suo operato gestionale dipende l’intero personale, e si ricerca dunque un soggetto che abbia competenze legali, logistiche e organizzative aggiornate. Ma anche perché un direttore delle risorse umane può imprimere la sua visione al personale e quindi a tutta l’azienda, coordinando i dipendenti, dirimendo le controversie e indirizzandone la motivazione personale. Problem solving, una leadership diplomatica e ottime capacità relazionali sono quindi essenziali per un buon direttore delle risorse umane. Altro punto di forza da non sottovalutare: la propensione a strategie di sviluppo e digitalizzazione dell’azienda, che possono davvero fare la differenza in termini di competitività dentro e fuori i confini nazionali.

Ricerca e selezione direttore hr: Lo stipendio

Se è vero che da grandi poteri dipendono grandi responsabilità, è giusto che un ruolo così cruciale per l’assetto del personale venga debitamente retribuito con uno stipendio proporzionato. Giacché il successo di un’azienda dipende anche e soprattutto dalle persone che la rendono operativa, e dunque dal suo capitale umano, investire in un buon HR director è una scelta decisamente strategica.

Qual è lo stipendio di un direttore delle risorse umane? Naturalmente, la retribuzione di questa figura va proporzionata alle dimensioni dell’azienda, oltre che calmierata in base ai vari benefit che il datore di lavoro può garantire in aggiunta o in sostituzione a parte dello stipendio. Mediamente, un direttore delle risorse umane può guadagnare dai 90mila ai 110 mila euro annui di media. L’esperienza di questa figura può aumentarne lo stipendio fino anche ai 180 mila euro quando supera i 10 anni.

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi