Come individuare il direttore amministrativo ideale

direttore-amministrativo

Il direttore amministrativo (spesso denominato anche responsabile amministrativo) è una figura professionale tra le più ricercate dalle agenzie di ricerca e di selezione del personale. Il motivo è del resto semplice da spiegare: il direttore amministrativo è un ruolo indispensabile per le più diverse realtà, dall’amministrazione al manifatturiero, e sono dunque tante le aziende di ogni tipo che, a causa del turnover o dell’ampliamento del personale, hanno necessità di individuare un nuovo responsabile. Non deve stupire, dunque, il fatto di trovare di continuo nuove offerte di lavoro per direttori amministrativi, pubblicati da aziende come da recruiter professionisti per conto terzi. Ma quali sono i compiti principali del direttore amministrativo, e come è possibile individuare il migliore tra i candidati al termine di un processo di selezione?

I compiti del direttore amministrativo

Il direttore amministrativo ricopre un ruolo di primo piano in qualsiasi azienda di dimensioni più che modeste: a questo responsabile, infatti, spetta la supervisione di tutti i servizi amministrativi, finanziari e contabili di un’impresa. A ben guardare, l’attività del direttore amministrativo è duplice. Da una parte è chiamato a monitorare l’aspetto squisitamente finanziario e contabile dell’impresa che lo ha assunto, e dall’altra deve invece supervisionare anche l’organizzazione delle risorse umane, essendo di fatto anche il responsabile degli stipendi di tutto i dipendenti.

Nello specifico, il direttore amministrativo controlla che tutte le transazioni economiche pianificate e poi effettuate dall’azienda rispettino in toto la normativa vigente, così da scongiurare due scenari distinti: nel primo caso, l’arrivo di sanzioni per l’inosservanza delle regole; nel secondo caso, il fallimento dell’impresa, dovuto alla mancata individuazione di gravi squilibri finanziari.

Responsabilità del direttore amministrativo è anche l’analisi degli obiettivi aziendali e, più nel concreto, della distanza tra essi e gli effettivi traguardi raggiungi dall’azienda. In base a queste osservazioni, è cura del direttore amministrativo condividere con i vertici le probabile cause di eventuali rallentamenti, proponendo parallelamente i possibili interventi per ottimizzare la gestione aziendale.

In casi eccezionali – in accordo con l’amministratore delegato – il responsabile amministrativo può anche gestire eventuali compravendite finanziarie, avendo di fatto tutte le competenze necessarie per rappresentare l’azienda in questi delicati momenti.

Le skills del direttore amministrativo

Dovendo coordinare tre aree delicate come quella amministrativa, contabile e finanziaria, il responsabile amministrativo deve vantare delle competenze non comuni. Il cacciatore di teste che si occupa delle ricerca e selezione di questa particolare figura professionale deve dunque essere in grado di individuare un profilo che, alle competenze economiche e finanziare, unisca delle spiccate skills manageriali.

Non è sempre facile individuare una figura come questa, destinata a muoversi in diverse aree dell’azienda e a confrontarsi con tutte le diverse direzioni aziendali. Le competenze del direttore amministrativo spaziano dal fisco alla contabilità, dal diritto civile a quello commerciale.

Il curriculum vitae del direttore amministrativo

Quali devono essere la formazione accademica e l’esperienza professionale di un buon candidato al ruolo di direttore amministrativo? L’azienda che si appresta ad assumere un candidato per questa posizione deve accertarsi di avere di fronte una professionista con delle ottime conoscenze delle normative contabili e fiscali.

Per ricoprire questo ruolo è dunque indispensabile essere in possesso di una laurea in economia e commercio o, eventualmente, in giurisprudenza. Per essere più precisi, i cacciatori di teste che si occupano delle selezione dei responsabili amministrativi premiano i candidati che, oltre a un titolo di laurea, possono vantare un master in diritto del lavoro, in diritto amministrativo o in diritto civile, oppure direttamente un master in amministrazione aziendale.

I titoli accademici, però, non bastano. Il candidato perfetto per questo ruolo deve essere costantemente aggiornato sulle normative che regolano l’amministrazione aziendale, dai contratti collettivi nazionali in poi. Non va poi dimenticato che il direttore amministrativo deve sapere utilizzare alle perfezione i sistemi ERP aziendali, nonché gli altri programmi di gestione contabile dell’impresa.

Prima di ricoprire questo ruolo, un candidato deve in ogni modo accumulare dell’esperienza all’interno di aziende strutturate, acquisendo le necessarie competenze nel campo della contabilità e del controllo di gestione.

La vostra azienda sta ricercando un direttore amministrativo? Le competenze e le skills necessarie sono tante, così come le responsabilità delle quali questa figura dovrà farsi carico. Per essere certi di assumere il profilo perfetto per la vostra azienda, approfittate dell’esperienza dei nostri head hunter: compilate il nostro modulo di richiesta, così da essere ricontattati nel più breve tempo possibile da un account manager della nostra agenzia di selezione!

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi