Come vestirsi ad un colloquio di lavoro: una buona prima impressione può darti una mano!

03/07/2019 | Per i Candidati
Come vestirsi ad un colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro rappresenta la porta d’ingresso verso il successo e la conseguente realizzazione di un sogno. Chiunque si appresti a sostenerne uno, che sia per una grande azienda, un ristorante locale o uno studio di architettura, sa che presentarsi al meglio può fare la differenza. Outfit, pettinatura, accessori e aspetto curato sono i punti fermi quando ci si reca ad un colloquio, ovviamente con piccole differenze a seconda del contesto.

Quali sono quindi i suggerimenti da seguire quando si va a parlare con il futuro capo o con i suoi diretti collaboratori? Vediamo alcuni tra i consigli più importanti, indispensabili per fare colpo e per far lievitare le possibilità di assunzione.

Devi sentirti a tuo agio

Sembra una cosa scontata ma non lo è! Quando si affronta un colloquio è bene non strafare, ma puntare su un vestiario il più possibile comodo, che consenta di esprimere la propria personalità in toto. Naturalmente senza esagerare, soprattutto se il lavoro disponibile riguarda ad esempio uno studio di avvocati! Meglio quindi evitare per le donne i tacchi troppo alti o per gli uomini gli abiti eccessivamente ingessati. Il consiglio è quello di eseguire una ricerca sull’azienda, in modo da intuire quale sia l’outfit più adatto a quel determinato ambiente.

Quale abbigliamento scegliere?

La tipologia di vestiario adatta a un colloquio è quella basic, niente di particolarmente sgargiante, che possa distrarre l’interlocutore mentre si chiacchiera. Si può essere più o meno eleganti, come detto, a seconda del contesto. Meglio scartare gli abiti attillati, le gonne corte, i bermuda e i pantaloncini, così come sono sconsigliate le scollature evidenti o le camicie sbottonate.

Make-up e pettinatura

Un addetto alle risorse umane fa molta attenzione anche all’aspetto generale del candidato. Meglio quindi curare attentamente la pulizia, utilizzare un profumo discreto, presentarsi con un taglio di capelli ordinato, non troppo appariscente, e fare ricorso a un filo di trucco, sempre senza esagerare. Lo smalto sulle unghie è ammesso purché si utilizzino dei colori tenui, non troppo vistosi. Ovviamente, come accennato, dipende sempre dalla tipologia di impiego proposto. Se la posizione offerta riguarda un salone di bellezza è possibile sfoggiare anche un lavoro di nail art particolare.

Cura dei dettagli

Un colloquio di lavoro è un evento importante, quindi è bene che tutto sia in ordine. Niente vestiti sgualciti, rovinati o che non cadano alla perfezione, niente giacche troppo strette o camicie a cui mancano dei bottoni. Le scarpe devono essere comode, preferibilmente non rovinate o pacchiane. A tal proposito meglio quindi preparare tutto con un certo anticipo, magari dal giorno prima, in modo da non incappare nelle solite brutte sorprese dell’ultimo minuto.

Accessori e gioielli

Un outfit da colloquio di lavoro si può completare tranquillamente con qualche accessorio, capace anche di trasmettere all’interlocutore qualcosa in più della propria personalità. Via libera quindi a un gioiello, all’orologio e alla borsa, sempre non troppo vistosi e in linea con la tipologia di vestiario.

Vuoi maggiori informazioni?

I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi