Una connotazione che molto spesso viene sottovalutata quando si prova a stabilire gli elementi distintivi che caratterizzano un leader, è la capacità di delegare le attività.

 

Un leader non diventa tale per la sua capacità di realizzare i progetti autonomamente, ma lo diviene grazie alla sua attitudine ad affidarsi a persone competenti e all’abilità di suddivisione del lavoro in modo equo.

 

Quando cerchiamo di imparare a risolvere un problema, ci viene detto che è necessario ripartirlo in tanti sotto problemi. Ciascuno di essi va risolto con calma, passaggio dopo passaggio, in modo tale da arrivare alla soluzione con una consapevolezza in più: la consapevolezza del percorso/processo.

 

Ciò che più di tutto aiuta un leader a imparare a delegare, è proprio la consapevolezza del percorso, ovvero, il riconoscere che qualsiasi progetto, per poter essere portato a termine, ha bisogno di collaborazione e suddivisione delle difficoltà.

 

Ed è per questo motivo che a ciascun componente dell’azienda viene data una propria responsabilità. Ognuno svolgerà il proprio compito in autonomia, mantenendo comunque la supervisione del leader.

 

Cerchiamo ora di capire esattamente, per quale motivo un’azienda capace di delegare le responsabilità, ottiene risultati e profitti maggiori, rispetto a un’azienda che invece non riesce a operare in questo modo.

 

Perché bisogna imparare a delegare

 

Uno degli aspetti più interessanti della capacità di delega delle attività, è la fiducia che si instaura tra chi delega e chi riceve la delega.

 

Quando un leader è eccessivamente egocentrico e prova a risolvere per proprio conto tutti i problemi, e quando qualsiasi scelta della produzione passa sotto il suo diretto controllo, il lavoratore (chi riceve la delega) inizia a sentirsi “un peso”, comincia a dubitare delle proprie abilità e teme il giudizio del leader.

 

Questo tipo di situazione non dovrebbe verificarsi all’interno di un’azienda equilibrata, al contrario, tra il capo e il dipendente si dovrebbe instaurare un rapporto di collaborazione.

 

Diversi studi hanno dimostrato quanto sia importante trasmettere fiducia al lavoratore, poiché, in questo modo, si sentirà apprezzato e produrrà di più.

 

Un dipendente che ha la possibilità di esprimersi senza un eccessivo controllo da parte del leader, riesce a dimostrare appieno la sua vera natura e la sua creatività, proponendo soluzioni che prima non avrebbe nemmeno preso in considerazione. Inizia a pensare con la propria testa senza cercare di soddisfare necessariamente e unicamente il proprio capo.

Le responsabilità sono fondamentali, in quanto possono modificare l’approccio di una persona e anche il suo stesso carattere.

Un esempio banalissimo è quello dei genitori che decidono di acquistare un cane per responsabilizzare i propri figli.

Dare delle incombenze a persone che all’inizio riscontrano delle difficoltà nel portare a termine un lavoro, è il modo migliore per insegnargli a fidarsi delle proprie abilità e crescere.

 

Come delegare in azienda: ecco come riuscirci

 

L’abilità di delegare, purtroppo, non appartiene a tutti i leader, nonostante si sia ampiamente dimostrato che porti risultati incredibili per tutta l’azienda e per i profitti associati.

 

Imparare a demandare le responsabilità e i lavori, può non essere così semplice come sembra, soprattutto quando si parte da una personalità molto forte e predominante.

Il primo passo da compiere, è scegliere in modo consapevole i nostri collaboratori.

 

Il colloquio di lavoro è di certo un’occasione fondamentale per cercare di capire qualcosa in più sulla personalità del lavoratore e se, effettivamente, risponde alle nostre necessità.

 

Per tutti i leader che non hanno una capacità di delegare ma che vogliono imparare ad acquisirla, è importante prendere parte ai colloqui e tentare di comprendere le capacità dei singoli dipendenti. In questo modo, è possibile scoprire esattamente quali tipi di compiti affidargli e osservare poi i risultati.

È chiaro che il risultato è uno degli altri elementi fondamentali per la suddivisione delle operazioni lavorative.

Una volta affidato un compito a uno dei dipendenti, è importante osservare nelle prime occasioni gli esiti del proprio lavoro. Esaminandoli, abbiamo la possibilità di capire se la nostra delegazione è stata un successo ed eventualmente continuare lungo la stessa strada.

 

Imparare a delegare è possibile e, anche se richiede tempo, non è un buon motivo per rinunciarvi in partenza.

Al contrario, è necessario dedicare attenzione a questo tipo di operazione, per poter diventare leader migliori e per poter accrescere il potere della nostra azienda.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

I nostri consulenti sono a tua disposizione

COSA DICONO DI NOI

Ultimi articoli