Colloquio telefonico: i 5 step per padroneggiarlo

26/09/2018 | Per i Candidati
colloquio telefonico

Se pensi che il colloquio faccia a faccia sia il primo step per iniziare una nuova carriera lavorativa, ripensaci. Molti lavori iniziano con una telefonata: con un recruiter, un Responsabile HR, un Responsabile delle assunzioni o, a volte, con tutti e tre. Prima di passare alla stretta di mano è necessario quindi superare il primo ostacolo: il colloquio telefonico. Nell’era dei messaggi e dei social network, le conversazioni telefoniche sono ormai ridotte al minimo, ma rimangono comunque un aspetto da non sottovalutare. Prima di prendere in mano il telefono però devi essere sicuro di esserti preparato al meglio per presentare il tuo profilo professionale ai potenziali datori di lavoro.

Ecco 5 consigli che ti aiuteranno a superare anche il più duro colloquio telefonico.

Preparati al colloquio telefonico come se fosse un esame

Anche se non hai il vantaggio di un colloquio faccia a faccia, la cosa migliore dell’intervista telefonica è che puoi utilizzare delle note scritte, anziché affidarti alla memoria, per trattare i punti del discorso. Prima di iniziare la telefonata, preparati delle linee guida sull’azienda: visita il loro sito internet, leggi il loro blog e cerca di capire la loro mission. Informati circa il ruolo ricercato e, se possibile, il recruiter. Più ti prepari, più sarai a tuo agio al telefono.

Se non hai ancora realizzato un elevator pitch fallo adesso. Un buon discorso, preparato in precedenza, può infatti aumentare le probabilità di passare allo step successivo. Cerca di rispondere in precedenza alle domane più comuni, come ad esempio “perché vuoi questo lavoro” o le spinose questioni in merito al salario, in modo da non farti trovare impreparato.

Scegli la location più adatta al colloquio telefonico

In un’intervista faccia a faccia devi vestirti per l’occasione e adattarti all’ufficio in cui avviene l’incontro.  Con un colloquio telefonico puoi scegliere il setting che più ti fa sentire a tuo agio. Questo non significa necessariamente che devi farlo a letto, indossando una felpa e una maglietta. Infatti, molte persone si sentono più professionali vestendosi bene, anche se stanno chiamando da casa. Qualsiasi cosa tu stia indossando o ovunque scegli di effettuare la chiamata, fai in modo di trovare un posto tranquillo e con una buona ricezione, almeno 30 minuti prima dell’orario concordato. Se hai una linea fissa usala mentre se decidi di utilizzare il cellulare assicurati che sia carico. Se sei in videoconferenza, assicurati di trovare un posto con un’ottima connessione o, anche meglio, usa una connessione Ethernet per minimizzare le possibilità di disconnessione nel mezzo della chiamata. In questo caso è importante anche scegliere una location neutra e con una buona luce.

Sii sicuro di te e parla chiaramente

Al telefono non puoi conquistare l’intervistatore con il sorriso, quindi devi mostrare entusiasmo e professionalità usando solo la tua voce. Dopo aver valutato le competenze di base, i recruiter analizzeranno il tuo livello di interesse per il ruolo. Nulla è peggio di una conversazione noiosa e monotona, quindi cerca di parlare chiaramente e con un buon livello di entusiasmo per l’opportunità. Prova quindi a cambiare il tono di voce quanto raggiungi i punti cruciali del discorso. Infine una cosa che può aiutarti molto ad avere fiducia in te stesso è stare in piedi. Anche se sei al telefono infatti la postura ha un impatto sulla tua voce e sul tono che stai utilizzando.

Ascolta attentamente e prendi nota

Ascoltare bene è una delle skills più sottovalutate nei colloqui, ma è di vitale importanza. L’ascolto attivo non solo aiuta a tenere il passo con la conversazione, ma ti dà informazioni che puoi usare più avanti nel corso della chiamata. Prendi nota sulle informazioni che il recruiter ti dà in merito alla posizione lavorativa, al processo di selezione e all’azienda in generale. Sono infatti informazioni importanti per poter creare nuove domande in un secondo colloquio o alla fine della conversazione. Infine, un altro beneficio del colloquio telefonico è che non possono vederti mentre prendi nota. Sfrutta le informazioni raccolte per sorprendere il selezionatore con le tue skills di percezione e ascolto.

Chiarisci ogni dubbio riguardo agli step successivi

Uno degli aspetti peggiori della ricerca del lavoro è non sapere come è andato il colloquio. La buona notizia è che non devi per forza lasciare che succeda a te. Prendi un momento alla fine della chiamata per chiedere chiarimenti sugli step successivi del processo di selezione. E per essere sicuro di non dimenticarlo, scriviti una nota in merito. “Il modo migliore per terminare un colloquio telefonico quando ti chiedono se hai domande è di informarsi in merito alle fasi successive”, afferma Dana Case, Direttore delle Operations per la MyCorporation.com, compagnia online con base in California. “Questo ti da la possibilità di avere una panoramica sulle tempistiche del processo di assunzione e su come hanno intenzione di agire con te.”

I colloqui telefonici possono sembrare strani se non sei sicuro di cosa aspettarti, e più ti senti a disagio più problemi avrai nel convincere il recruiter che sei la persona giusta per quella posizione. Un po’ di preparazione però potrà sempre aiutarsi a risplendere lungo tutto il percorso di selezione e a fare un’ottima impressione già a partire dal colloquio telefonico.

Vuoi maggiori informazioni?
I nostri consulenti sono a tua disposizione
Contattaci
  • Condividi